domenica 25 aprile 2010

FINALMENTE IL RACCONTO DI APRILE 2010

Dopo quasi un mese di caffè e telefonate negli orari più improbabili, puntuale online Cambio direzione.

I vostri pezzi di vita in corsivo imbastiti nella nostra storia.

I ringraziamenti alla fine del racconto.

Grazie di cuore e buona lettura! Appuntamento all'inizio di maggio per il nuovo spunto.

47 le vostre impronte:

Clay ha detto...

l'ho trovato un po' troppo caotico e ho faticato a seguire il corso della storia. Credo però sia del tutto normale, visto che aumentano i partecipanti e quindi il materiale da assemblare. Già non so come fai...

mezzastrega ha detto...

grazie a te
mi piace sempre leggere il racconto finale, complimenti
:-)

Ubi Minor ha detto...

Impresa titanica direi,bravissima! Io continuo a ostentare disinvoltura nel leggerlo ;))

metropoleggendo ha detto...

Clay si cerca di adattarsi ai vostri ghiribizzi. Un bacio

metropoleggendo ha detto...

Grazie mezzastrega, per divertirsi un po' insieme

metropoleggendo ha detto...

Un grazie titanico Ubi disinvolto

KitKat ha detto...

Grazie Metro, questo gioco è proprio carino e voi siete davvero bravi

metropoleggendo ha detto...

Grazie KitKat, noi adoriamo giocare

Gians ha detto...

Ora vado a leggermi l'opera, sai oggi ero impegnato socialmente per tutta la giornata. :)

metropoleggendo ha detto...

Gians era un modo elegante per dire che sei andato in giro a rimorchiare fanciulle?

fiorettolo ha detto...

disgraziata! ...nel citare il commento che ti ho lasciato hai stravolto i concetti e i soggetti, i raccontatori e i raccontati, finendo per dare un senso opposto alle speranze espresse...ma soprattutto mi hai messo nei panni di una "nonnetta"?!? perfetta dimostrazione della capacità di piegare il mondo alle necessità: l'ho apprezzato come geniale...
e che dire poi dello spezzare del discorso in sull'apologia del caffè, rendendolo quasi un dialogo dipanato alla Woody Allen...adorabile! (grazie, mi hai fatto sentire un perfetto portinaio 'riccio'!)
è perchè sei così birbante e brillante che troverei stuzzicante prendere una volta il caffè assieme. Conscio delle difficoltà delle circostanze, non posso che restare affezionato sostenitore e lettore dei tuoi racconti, alla prossima, Fiorettolo
ps.forse il senso del caotico deriva da una chiusura non preparata abbastanza...adoro la scelta del finale come del ritrovamento di se stessa e il rispetto, in questo, del proprio preciso sabato, ma forse si era precedentemente perso il filo della vita interessata e travagliata dell'attrice principale...mi sa che è dovuto alle troppe distrazioni che ti abbiamo fornito, alle decine di fughe dal primo percorso logico. Un bacio, F

metropoleggendo ha detto...

Fiorettolo ma il gioco è proprio questo: provare a vedere i propri pensieri e i prori aneddoti calati in vestiti diversi, sessi diversi, menti diverse. E' vero che all'aumentar delle distrazioni aumentano le difficoltà, ma è proprio quando il gioco si fa duro che si imparano le tecniche più argute. Ci faremo la mano. Bacio a te.

fiorettolo ha detto...

infatti sono profondamente ammirato dall'ardita capacità tecnica e il gioco mi è molto gradito.

fiorettolo ha detto...

ho trovato solo triste che, nella nonnetta, in cambio del "vestito" con l'inversione dei soggetti abbia ottenuto di variare un senso di speranza in una postuma cinica riaffermazione di disillusione...pur mantenendone un senso romantico, differente, ma romantico

metropoleggendo ha detto...

vorrà dire che è un rischio concreto quello che le speranze romantiche si tramutino prima o poi in ciniche disillusioni...

Gians ha detto...

Ho il gancio traino da revisionare, quindi nulla di chè. :)

Efesto ha detto...

Riconosco che il materiale ormai è talmente eterogeneo che l'assemblaggio è difficile, ma tu sai che "quando il gioco di fa duro ...."
Non posso sempre incensarti, stavolta devo dirti che ti sei persa per strada.
Spero che tu non me ne voglia per la critica, ma ho il maledetto difetto di essere sempre sincera.
Un bacio

metropoleggendo ha detto...

Efe carissima, noi vogliamo le critiche, altrimenti come impariamo a farvi divertire meglio? Grazie per dire quello che pensi

Gians ha detto...

Il mio commento era tutto sbagliato. Voglio fare un punto della situazione. Io non vado a cercare nulla. Nessun doppio senso possa venire fuori dai miei commenti è da interpretare come mezzo stupido per fare colpo su alcuna.

metropoleggendo ha detto...

Giansino come puoi pensare che qualcuno/a possa attribuirti simili turpi intenzioni?? Non ho mai letto nulla di sbagliato nei tuoi scherzi e nelle tue "seriezze". Ora smettila che altrimenti ti "scancello". Una donna colpita.

Gians ha detto...

Se ti ho colpita.. non ti nego la volontà di farlo, mi spiace, ma era solo per fare il punto.

fiorettolo ha detto...

ammetto il "rischio che le speranze romantiche" si possano tramutare in "ciniche disillusioni", è questo parte del gioco...ma che possano farlo "prima o poi", quasi ci fosse un'elevata probabilità...penso di no...resto ancora ottimista

Mau ha detto...

prometto che la volta prossima sarò più bravo e meno birichino... anche se credo sia più divertente la sfida difficile

complimenti davvero
me lo rileggero con calma quando ho un po' di tempo

probabilmente dovresti lasciare piu libertà temporale ai nostri episodi altrimenti ti ritrovi a dover cucire pezzi sovrapposti
:)

buona giornata

metropoleggendo ha detto...

Bravo Mau, hai centrato benissimo il problema: i contributi sono tendenzialmente molto omogenei e quindi la difficoltà sta proprio nel rischio di sovrapporre storie troppo simili.
Ma noi adoriamo i birichini e vogliamo imparare da loro, quindi niente sconti di pena!
Grazie a te e buon martedì

fiorettolo ha detto...

wow...mi piace questa fucina!
@mau: osservazione proprio interessante
@metro:posizione da vero generale...difficile, ma so che non ci deludi mai!
costruttivamente: temo che per rispettare maggiormente gli interventi e mantenerli più negli stessi tempi si potrebbe correre il rischio di allungare troppo il racconto o intricarlo ulteriormente nella trama

fiorettolo ha detto...

noi poi siamo proprio birichini, per esempio, nell'inserire il mio ultimo si è creata una situazione interessante dal parrucchiere e lo si è fatto esprimere alla signora anziana come suo ricordo romantico...forse senza l'intero intervento, stralciato come una scena tagliata, l'intero racconto diviene più leggero e scorrevole...perde un'escrescenza.

metropoleggendo ha detto...

Fiorettolo infatti è evidente che il rispetto dei contributi non può essere totale, soprattutto se sono troppo lunghi e rischiano di pesare individualmente troppo nell'economia generale di un racconto a più voci. Sui tempi chiaramente ci deve essere data licenza di cambiarli altrimenti diventerebbe pure sgrammaticato.

metropoleggendo ha detto...

Fiorettolo non è così: i commentatori devono essere liberi e i commenti devono essere inseriti tendenzialmente tutti (magari con adattamenti). La nostra difficoltà da superare deve essere, come nella vita, quella di cercare di stare tutti insieme in modo equilibrato dando il giusto spazio a tutti. Siamo un po' idealisti insomma.

fiorettolo ha detto...

mi sorge anche un dubbio…non è che il racconto era già praticamente pronto e in un intervento di ritocco finale è stato inserito questa noce di cocco ingombrante a creare un bozzolo che ha cambiato gli equilibri fino a li buoni? Se è così sono colpevole di reiterata birichineria… :-( scusa metro

metropoleggendo ha detto...

Fiorettolo i racconti non sono e non devono essere pronti prima del 20, in modo da poter deciderne il percorso solo una volta che tutti abbiano contribuito. Insomma continua a commentare come ti va. Siamo noi che dobbiamo "domarvi" correttamente

Anonimo ha detto...

a tuo rischio, lo sai che sono scheggia impazzita! ;-) Fiorettolo

enne ha detto...

Enne si emozionAVA, perchè adesso non lo sente più da tanto, ma non nega che si emozionerebbe ancora, se...
E, forse, non lo lascerebbe a parlare da solo con il legno di un comodino. Sbagliando.
Sai, mi sono rivista nella signora Luciana, che ho immodestamente immaginato con il volto di Virna Lisi.
Avvitata sui miei ricordi per sempre...
Brrrrrr...
Bravissima, Metro.
Mi chiedo come tu riesca ad assemblare tanti frammenti diversi uno dall'altro.
Brava davvero. :)

Mk ha detto...

Magari fosse mio il sabato,cara Metro:))))Il tempo non mi appartiene ma è strepitoso così:)))))))))
Mk

metropoleggendo ha detto...

Grazie carissima Enne. Contenta di sapere che ti emozioneresti ancora se... vuol dire che non c'è solo avvitamento sul passato, ma anche ossigeno per il futuro. Non sparire. Un abbraccio

metropoleggendo ha detto...

Moni verrà il tuo sabato e secondo me capiterà a Gaeta...

Gians ha detto...

Mi chiedevo come tra i tuoi lettori possa fare breccia, alcuni li leggo già da un pò, ma davvero non riesco a commentarli, la mia fase zen, non me lo consente.

metropoleggendo ha detto...

Giansino, vuoi dirmi che hai raggiunto la pace dei sensi?

Gians ha detto...

Per nulla, anzi, tra quei blog potrei stare a mio agio, ma alcune precedenti esperienze mi insegnano che è meglio non scendere troppo sull'intimo, o meglio se lo si fa, si deve essere coscienti dei rischi.

metropoleggendo ha detto...

Beh se non ti conosce nessuno... Anzi quello è il bello. Siamo già sufficientemente zen nella vita di tutti i giorni

Gians ha detto...

Si innescano meccanismi da gestire con mente buona, roba non facile.

fiorettolo ha detto...

@gians: capisco cosa intendi e concordo...solo per "gestire con mente buona" che intendi esattamente? sicuramente bisogna accettare il rischio di saper andare sul personale ed essere onesti fino alla vergogna...per questo ha senso farlo solo con pochi scelti...o no? metro?

Malù ha detto...

Bello (e difficile)l'assemblaggio
Brava l'assembletrice
Si offende qualcuno se dico che l'assemblato (il mio contributo per primo) è piuttosto noioso e retorico?

metropoleggendo ha detto...

@fiorettolo, certamente è bene sentirsi a proprio agio in mezzo a persone virtuali per poter scrivere di sé, ma l'importante è potersi sentire liberi, e questo te lo dà l'anonimato e la sicurezza di poter sparire in qualsiasi momento.

metropoleggendo ha detto...

@Malù, grazie per i complimenti ma anche e soprattutto per le critiche. Da queste parti vige ancora la libertà di espressione e le permalosità sono bandite. A presto, spero.

Gians ha detto...

@ Fiorettolo, con mente buona intendo dire che è difficilissimo non farsi poi trascinare in sentimenti anche forti che si creano in queste comunità, e se già si è corso il rischio (piacevole) di mandare tutta una vita all'aria per degli incotri speciali fatti sui blog, allora capisci come sia importante, andare avanti navigando a vista. :)

metropoleggendo ha detto...

accipicchioderbola Giansino, rischiare di mandare una vita all'aria? e allora meno male ci sono le persone manigolde che ti tengono con i piedi per terra che sennò chissà dove svolazzi tu!!

Gians ha detto...

Metro, non credermi! sono una persona del tutto inaffidabile.